titolo pulito

Perché la morte è compagna di vita per ogni uomo e non avversa.

La paura di morire non può spaventare ma consolare

La fine della vita che orrenda visione è per gli uomini !! un pozzo nero interminabile attende il compimento del destino dei viventi, ultima esalazione di fiato e poi via nel nulla. Questa è la più grande paura per ognuno di noi e il più grande mistero della nostra vita. Tutti fuggono ignorando o ingannando la morte, ma per quanto noi possiamo fuggire è inevitabile che ciò ci raggiunga e ci prenda, tuttavia è la certezza più grande che noi abbiamo, per questo è necessario e di vitale importanza che se ne discuta, si insegni e si imparino i mezzi per affrontarla. Il mondo occidentale per deficit ha una visione distorta della morte diversamente da quello orientale che possiede una grande conoscenza di essa, infatti questo ha tramandato di generazioni in generazioni i libri dei morti come quello Egiziano o Tibetano che sono le più grandi raccolte scritte di ciò che è la vita in relazione alla morte. Quando noi occidentali piangiamo per i defunti, loro festeggiano perché la morte non è la fine, ma un nuovo inizio. I Tibetani ad esempio fanno riferimento al trapasso chiamandolo BARDO, il quale è il ponte ultra dimensionale tra la vita mondana e quella eterica-spirituale sottolineando che la vita è in continua mutazione processuale in diversi stadi. Anche gli antichi Egizi intendevano la morte come passaggio, preparando, ungendo e mummificando la salma affinché si conservasse per la vita seguente. Gli occidentali hanno perso questa cultura, sebbene Platone filosofo occidentale avesse anche lui narrato nel Fedro il mito della”biga alata”, opera che tratta la reminiscenza della vita.  Anche nei quattro vangeli canonici ci sono per merito di Cristo riferimenti sulla vita oltre la morte, infatti non è la nostra cultura che non tratta questi argomenti ma la mancanza di interesse da parte degli occidentali.

La morte come la vita è un passaggio ciclico di diversa natura, uno fisico ed uno spirituale entrambe con il fine di imparare tutto ciò che è utile per elevarsi. Per far si che questo avvenga bisogna che in vita si abbia un modus operandi corretto ed equilibrato. Vivere per vivere questa è la nostra missione più grande, prepararci a morire affinché siamo preparati per affrontare il più grande ed importante viaggio della nostra vita.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy