titolo pulito

Rivolta carcere Foggia: «Risultato di appelli inascoltati per anni. Inevitabile contenere sovraffollamento»

«Apprendiamo dagli organi di stampa che diversi sarebbero i detenuti evasi dal carcere di Foggia. Questi sono i risultati di anni di appelli inascoltati. L’emergenza Coronavirus ha messo in luce come sia difficile contenere il sovraffollamento».

Lo dichiarano Celestino D’Angeli e Patrizia Massimini, presidente e vice presidente dell’Associazione Nuova Difesa.

«Da anni – proseguono – sindacati e associazioni denunciano carenze di organico e sovrannumero di detenuti. Appelli rimasti inascoltati. L’emergenza spaventa il personale, i detenuti e le famiglie di questi ultimi. E’ comprensibile – concludono -, ma è non la violenza la soluzione al problema».

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy