titolo pulito

Risultato felice in Congo, debellata per la prima volta “l’Ebola” grazie ad un vaccino

ROMA – In tempo di emergenze sanitarie, finalmente una buona notizia: dopo 42 giorni senza nuovi casi, l’epidemia di Ebola nella parte nordorientale della Repubblica Democratica del Congo è considerata ufficialmente conclusa.  Il risultato annunciato dall’OMS e dal governo locale è stato accolto con particolare sollievo, perché l’area colpita è da oltre due decenni martoriata dalla guerra civile, e per debellare le infezioni si è dovuto operare in condizioni di estrema difficoltà.

 Ora occorrerà replicare queste buone pratiche nella provincia di Équateur, nella parte occidentale del Congo, dove il 1 giugno 2020, proprio mentre si attendeva con ansia la fine dell’epidemia, sono emersi 18 nuovi casi di contagio da Ebola. Il focolaio in questa parte del Paese preoccupa perché la regione è difficilmente raggiungibile e ha un sistema sanitario inadeguato; la popolazione, poverissima, si sposta frequentemente in direzione delle grandi città, e come se non bastasse è anche qui arrivata l’emergenza covid, che ha mobilitato il personale sanitario. In tutto lo Stato ci sono stati finora 6.552 casi confermati di contagio da SARS-CoV-2, e 149 decessi.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy