titolo pulito

Malattie reumatologiche, Patrizi (Omceo Roma): “Lavorare per migliore accesso cure”

Di malattie reumatologiche si è parlato in un tavolo tecnico a Roma, a cui hanno aderito tanti ospedali romani, alcune Asl e l'Omceo

ROMA – ‘Ridurre le diseguaglianze – uno sguardo verso le malattie reumatologiche’, questo il titolo del primo Tavolo tecnico – scientifico creato dal nuovo Tavolo Diocesano Sanità voluto dal Centro diocesano per la pastorale sanitaria e al quale hanno aderito tanti ospedali romani, alcune Asl e l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Roma. “Siamo stati molto contenti, come Omceo Roma, di poter offrire la nostra attenzione e massima collaborazione a questo progetto e di aver affrontato come prima tematica quella della lotta alle diseguaglianze in sanità, un argomento che è di nostro forte interesse in quanto l’Ordine ha una sua Commissione specifica che se ne occupa”, sottolinea Cristina Patrizi, segretario Omceo Roma e rappresentante dell’Ordine al Tavolo tecnico insieme al vicepresidente Stefano De Lillo.

Ridurre le diseguaglianze nell’accesso alle cure per tutti i pazienti, e in particolare per coloro che hanno patologie che ancora devono trovare una loro collocazione specifica, sia nella presa in carico sia nel trattamento terapeutico, è uno dei nostri obiettivi- continua Patrizi- e ringraziamo Edith Aldama, responsabile dell’Area Medica dell’Ufficio della Pastorale della Salute della Diocesi, per aver voluto mettere l’accento, in questo contesto, sulle malattie reumatologiche”.

FOCUS SULLA FIBROMIALGIA

Particolare interesse è stato posto sulla fibromialgia, “una delle malattie reumatologiche che necessitano di specifica attenzione– spiega il segretario Omceo- perché è una malattia sindromica alla cui diagnosi non si arriva così facilmente. E’ dunque una patologia che necessita di una presa in carico multidisciplinare e di un’attenzione particolare anche perché- ricorda Patrizi- ancora non risulta tra le malattie che possono usufruire di un’esenzione come avviene, invece, per tante malattie cardiache, respiratorie o metaboliche”.

IL NODO LISTE D’ATTESA

E proprio nell’ottica di favorire l’accesso alle cure di questi pazienti che nel corso del Tavolo, a cui era presente anche l’assessore alla Sanità della Regione, Alessio D’Amato, sono state messe in evidenza due tematiche particolari: “iniziare a pensare a un percorso diagnostico-terapeutico delle malattie reumatologiche- spiega Patrizi- e affrontare il problema delle liste d’attesa in reumatologia”.

“Mentre gli obiettivi strategici della sanità sono focalizzati sulle malattie cardiovascolari, respiratorie e metaboliche, la malattia reumatica soffre un po’ dell’essere relegata in una zona di nicchia- continua il segretario- dunque è particolarmente importante focalizzare l’attenzione su queste patologie. Omceo è quindi disponibile all’interno del Tavolo, a dare massima collaborazione ponendo in essere tutte le azioni necessarie per affrontare questa tematica nella sua complessità e cercando anche di sviluppare una rete d’attenzione sul territorio nei confronti delle iniziative legate a queste patologie, oltre a promuoverne altre”, conclude Patrizi. (www.dire.it)

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy