titolo pulito

Presentata in Campidoglio a Roma la Supercoppa di Pallanuoto paralimpica

ROMA – Domenica 11 dicembre alle 16, al Centro di preparazione paralimpica di Roma di via delle Tre Fontane, si assegnerà la Supercoppa Italiana di Pallanuoto paralimpica. A contendersi l’edizione 2022 del trofeo, la seconda in assoluto, saranno i campioni d’Italia in carica della Watersport Napoli Lions e i vincitori della Coppa Italia della Rari Nantes Florentia, alla seconda partecipazione consecutiva dopo la sconfitta dello scorso anno contro la S.S. Lazio Nuoto. La finalissima è stata presentata oggi nell’Aula Giulio Cesare del Campidoglio. Ad aprire l’evento i saluti della presidente dell’Assemblea capitolina, Svetlana Celli, che si è detta “orgogliosa di ospitare l’iniziativa lodevole e importante, per l’abbattimento di qualsiasi barriera. Lo sport riesce a fare questo, rende tutti uguali e Roma è orgogliosa di dare spazi e opportunità”.

Alla conferenza stampa sono intervenuti l’assessore a Sport e Grandi eventi di Roma Capitale, Alessandro Onorato, il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico (Finp), Roberto Valori, il direttore tecnico di disciplina, Mario Giugliano, la vice president & Human Resources director di Aubay Italia, Marta Savino, e i rappresentanti delle due squadre in gara.
Disciplina ufficialmente riconosciuta dal Comitato Italiano Paralimpico, la Pallanuoto paralimpica è un movimento in grande crescita. A partire dalla stagione 2021 sono stati già disputati due campionati italiani di Serie A, due Final Four di Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. A oggi risultano affiliate alla Federazione Italiana Nuoto Paralimpico 10 società, per un totale di circa 180 atleti tesserati. CIP e FINP sono incessantemente al lavoro per promuovere lo sviluppo di questa disciplina, che vede l’Italia come Paese precursore a livello internazionale sia come stato dei lavori sia in tema di classificazioni funzionali.

VALORI: “LA CRESCITA DELLA PALLANUOTO PARALIMPICA È SBALORDITIVA

“È sbalorditiva la crescita della pallanuoto paralimpica– dichiara Valori- e ci sono molti giovani che vogliono praticarla. Siamo partiti due anni fa e all’inizio c’era poco e ora ci ritroviamo a disputare per il secondo anno il Campionato, Coppa Italia e Supercoppa. Dietro c’è un grande lavoro per le classificazioni, per creare pari opportunità tra le squadre, e per una distribuzione equa tra le forze in acqua. Abbiamo lanciato questo seme, e il cammino per rendere la pallanuoto paralimpica internazionale è lunghissimo, speriamo che negli anni possa crescere sempre di più“. (www.dire.it)

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy