titolo pulito

Stellantis, Spera (Ugl): “Siamo convinti che il Governo troverà un buon accordo”.

“Registriamo con soddisfazione che il gruppo Stellantis ha venduto 145.392 auto nel mese di agosto in Ue, Paesi Efta e Regno Unito, il 6,3% in più dello stesso mese del 2022. La quota di mercato scende dal 18,2% al 16,1%. Nei primi 8 mesi le immatricolazioni del gruppo sono state 1.450.361, in crescita del 4,3% sull’analogo periodo dell’anno scorso, con la quota di mercato al 17% a fronte del 19,2%. Come Ugl Metalmeccanici chiediamo a Stellantis di non rallentare il tavolo ministeriale con il governo e i sindacati: definire gli impegni dell’azienda su investimenti, produzione e occupazione in Italia è fondamentale. Al Governo Italiano invitiamo di sforzarsi, per il bene del Paese, a portare a termine un buon accordo sul piano degli incentivi alle auto elettriche, che Stellantis oggi ritiene insufficiente e penalizzante per le sue fabbriche italiane”.

Lo sostiene il Segretario Nazionale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera per il quale, “siamo consapevoli che, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso potrebbe portare tutti, gruppo automobilistico, governo e parti sociali, a firmare un accordo generale. Come Ugl Metalmeccanici, siamo ad horas pronti a sottoscrivere e dare proseguimento al piano industriale ‘Dare Forward’, che prevede il lancio di 10 nuovi modelli elettrici o ibridi entro il 2025 e di garantire la salvaguardia della filiera automotive italiana, asse centrale dell’industria nazionale. Reiteriamo come Ugl, la richiesta su maggiori investimenti negli stabilimenti italiani, soprattutto quelli più a rischio come Melfi, Pomigliano, Cassino, con l’importanza di aumenti dei volumi a Pomigliano d’Arco e della Sevel, dove il sito di Atessa (CH) sarà interessato da nuovi ingressi di lavoratori in somministrazione oltre a trasfertisti. E’ improrogabile nostra volontà voler firmare un documento condiviso il prima possibile e per tanto: chiediamo al Governo l’impegno per il paese a portare a termine il documento che definirà il piano lavoro, di ripartire subito nel confronto degli incentivi alle auto elettriche, che Stellantis considera troppo bassi rispetto ad altri Paesi europei e non adeguati alla realtà produttiva italiana. Il Governo si renda disponibile quanto prima a rivedere lo schema degli incentivi. L’Ugl – conclude Spera – invita tutti a proseguire il dialogo esprimendo la speranza che il tavolo ministeriale possa riprendere al più presto e portare a una soluzione positiva per l’industria automobilistica italiana convinti che il Ministro Urso riuscirà a trovare un buon accordo”.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy