titolo pulito

Decreto rilancio, presa di posizione dell’Unicedil: “denunciamo cattiva informazione e disinformazione”

Roma – Dall’UNICEDIL, la più importante associazione nazionale del settore serramenti riceviamo e pubblichiamo: 

” Il Decreto Rilancio emanato dal Governo, per favorire la ripresa economica del settore edile, ha creato fin dalla sua approvazione una serie di aspettative da parte degli operatori economici e delle imprese della serramentistica, dovute ai vantaggi fiscali derivanti dagli interventi di riqualificazione e di efficientamento energetico nell’edilizia e quindi nel settore dei serramenti.

Recentemente sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale alcuni decreti che hanno dato il via a una serie di dubbi interpretativi e ai quali sono seguite numerose FAQ di chiarimento da parte del MISE, dell’ENEA e dell’Agenzia delle Entrate.

E’ del tutto normale all’inizio dell’attuazione di provvedimenti così complessi, e in assenza di consolidate prassi amministrative, che avvengano confronti tra istituzioni, enti, associazioni e operatori del settore.

Quello che non è normale è la speculazione nata su questa vicenda!

Sconto in fattura e cessione del credito sembrano essere diventati strumenti fondamentali per poter superare la difficile situazione economica che sta vivendo il nostro settore, ma sin dall’inizio le misure sono sembrate piuttosto complesse da attuare.

Nonostante ciò, ci siamo adoperati concretamente a favore delle imprese del comparto serramenti e, tramite la nostra area tecnica e normativa, abbiamo offerto agli operatori del settore e ai consumatori, tutte le informazioni richieste con
la massima trasparenza e professionalità in forma totalmente gratuita.

Lo facciamo perché siamo buoni e generosi?

Non si tratta di questo: lo facciamo semplicemente perché siamo un’associazione senza finalità di lucro e tra le nostre finalità costitutive c’è proprio quella di erogare informazioni in maniera costante, trasparente e in forma gratuita al mercato e agli operatori economici.

Abbiamo organizzato, e continueremo a farlo, convegni (in presenza e online) con la Guardia di Finanza e con professionisti di primordine in maniera del tutto gratuita, così come continueremo ad inviare tramite newsletter, tutte le informazioni che progressivamente matureranno in termini di novità legislative e interpretative sulle suddette misure.

Abbiamo istituito dei progetti speciali, come “Rete Rilancio”, che hanno aggregato centinaia di progettisti, tecnici, imprese, serramentisti e installatori per poter discutere e trovare soluzioni operative all’ecobonus 50% e al superbonus 110%.
Chi ci segue, ha potuto constatare che non ci piace fare “chiacchiere” e alle parole preferiamo i fatti rispondendo con servizi concreti a supporto delle imprese.

Nel contempo, ci dispiace notare che soprattutto sul web regna ancora tanta confusione su questi temi che sono importanti, delicati e complessi.

Ci riferiamo in particolar modo a diverse società di servizi che, nell’erogare informazioni su questi argomenti di natura tecnica, normativa, fiscale, legale e finanziaria, trattano spesso queste tematiche con superficialità e approssimazione.

Le finalità informative che si proclamano durante questi incontri online gratuiti a favore dei serramentisti, alla fine nascondono il loro vero scopo: la vendita di corsi spesso di dubbia “formazione”.

Nessuna “Srl”, eroga informazioni o consulenze per amore del prossimo.
Dietro questa apparente generosità, il più delle volte, si nascondono solo finalità commerciali.

Perché diciamo tutto questo?

Per mettere in guardia le imprese da chi vuole approfittare e guadagnare alle spalle degli operatori, soprattutto in questo particolare momento di incertezza.

UNICEDIL, pertanto a loro tutela, sta predisponendo un’apposita campagna di controllo e di denuncia sulla cattiva informazione e sulla disinformazione che viene effettuata quotidianamente sul web, e in particolar modo reiterata sui canali social, sui temi riguardanti le detrazioni fiscali, lo sconto in fattura e la cessione del credito.

Abbiamo notato che autoproclamati “santoni e guru”, che si attribuiscono speciali titoli e competenze, privi di qualsiasi riconoscimento istituzionale, operano al solo scopo di vendere webinar, testi e opuscoli approfittando della buona fede
di molti operatori.

Quindi, la nostra attività sarà, ancor più di prima, mirata alla salvaguardia della corretta informazione proveniente esclusivamente da fonti autorevoli e declassando quei contenuti che risulteranno falsi o fuorvianti denunciando coloro che li diffonderanno.

Sarà nostra priorità vigilare affinché gli operatori del settore possano ricevere un’informazione sempre onesta, competente e priva di intenti speculativi.

 

Certified

Leave A Reply

Your email address will not be published.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy