titolo pulito

Il centrosinistra vince a Roma e Torino, il centrodestra tiene a Trieste

Al voto circa 5 milioni di elettori in 65 Comuni. Urne aperte domenica 17 e lunedì 18 ottobre, affluenza in forte calo

ROMA – Vittoria netta del centrosinistra alle elezioni comunali. Tra le città più importanti, la coalizione a guida Pd elegge il proprio sindaco a Roma e Torino mentre il centrodestra si conferma a Trieste. Ma è dai centri minori, da Varese a Latina, che arrivano importanti segnali per i dem, con il segretario Letta che parla di “vittoria trionfale”. Ma a far discutere è anche il netto il calo dell’affluenza rispetto al primo turno: su scala nazionale è andato a votare il 44,25% degli aventi diritto, contro il 53,47% di quindici giorni fa.

LEGGI ANCHE: Comunali, Centrosinistra batte Centrodestra cinque a zero

LETTA: TRIONFO CLAMOROSO, IO TORNATO PER EVITARE VITTORIA DESTRA

“Quando ho accettato questo incarico c’era bisogno di dare una mano e in quel momento sembrava inevitabile una vittoria della destra sembrava solo una questione di quando. Sono tornato per risollevare il Pd e bloccare questa tendenza negativa per il Paese. Non è più un centrodestra ma una destra con Salvini e Meloni e i loro alleati anti europeisti. Oggi il Pd è rilanciato e vince ovunque e la vittoria è clamorosa. Abbiamo vinto ovunque sia dove il candidato del centrodestra era sbagliato sia quando era azzeccato”. Lo ha detto il segretario Pd, Enrico Letta nel corso di una confereza stampa al Nazareno.

LEGGI ANCHE: Comunali, Letta: “Vittoria clamorosa, Salvini surreale”

MELONI: A ROMA SINDACO ELETTO CON VOTO DEL 24%, NESSUNO PUÒ GIOIRE

Penso che nessuno in cuor suo possa gioire quando sindaco di Roma viene eletto con il voto del 24% dei cittadini aventi diritto”. Così la presidente Fdi, Giorgia Meloni, durante una conferenza stampa nella sede del partito a via della Scrofa.

LEGGI ANCHE: Meloni ammette la sconfitta: “Abbiamo pagato le posizioni diverse del centrodestra”

ROMA, GUALTIERI ELETTO CON OLTRE IL 60%

“Voglio ringraziare i romani e le romane per questo risultato così significativo. Sono onorato dalla fiducia accordata e ci metterò tutto l’impegno per onorarla. Sarò il sindaco di tutti i romani e le romane, di tutta la città”. Così il nuovo sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, dal palco del suo comitato dove è salito per commentare la vittoria.

LEGGI ANCHE: Ballottaggio Roma, Gualtieri stacca Michetti: sarà il nuovo sindaco della Capitale

TORINO, IL DEM LO RUSSO SFIORA IL 60%

Lo spoglio delle schede del ballottaggio delle comunali di Torino si avvia a conclusione e il candidato di centrosinistra Stefano Lo Russo è in netto vantaggio su Paolo Damilano. Lo Russo attualmente è forte del 59,25% dei voti, mentre Paolo Damilano si ferma al 40,75%.

LEGGI ANCHE: Ballottaggio Torino, il centrosinistra sfiora il 60%: Lo Russo verso l’elezione

TRIESTE, IL CENTRODESTRA TIENE: CONFERMATO SINDACO USCENTE DIPIAZZA

Il sindaco uscente di Trieste Roberto Dipiazza ha vinto il ballottaggio. Si è concluso lo spoglio nel capoluogo triestino: i risultati definitivi danno Dipiazza, esponente del centrodestra, al 51,29%. Si ferma invece al 48,71% lo sfidante di centrosinistra Francesco Russo.

LEGGI ANCHE: Ballottaggio Trieste, Dipiazza vicino alla riconferma

VARESE, GALIMBERTI RESTA SINDACO: ‘SALVINI E REGIONE SCONFITTI’

Ormai è praticamente ufficiale, manca soltanto una sezione su 85: a Varese governerà per altri cinque anni il centrosinistra. Il sindaco uscente Davide Galimberti ha sconfitto il deputato leghista Matteo Bianchi, ottenendo il 53%. Il candidato del centrodestra si è fermato al 46%.

LEGGI ANCHE: Comunali Varese, Galimberti resta sindaco: “Salvini e Regione sconfitti

CENTROSINISTRA SI RIPRENDE SAVONA, RUSSO NUOVO SINDACO

Il centrosinistra si riprende Savona. Il nuovo sindaco della città della Torretta sarà Marco Russo, che ha sconfitto al ballottaggio il candidato del centrodestra, Angelo Schirru. Quando sono state scrutinate 51 sezioni su 61, Russo ha conquistato il 62,2% delle preferenze, contro il 37,8% del suo sfidante. Ribaltone completato, dopo che al primo turno Russo aveva staccato il principale avversario di dieci punti: 47,79% delle preferenze a 37,31%. Il centrosinistra, dunque, torna alla guida di Savona dopo averla lasciata cinque anni fa al centrodestra con Ilaria Caprioglio.

A BENEVENTO VINCE MASTELLA, BATTUTO IL CANDIDATO DEL PD

Clemente Mastella tornerà ad indossare la fascia tricolore da sindaco di Benevento. L’ex Guardasigilli, a 71 sezioni scrutinate su 72, ha ottenuto il 52,55% delle preferenze contro il 47,45% raccolto dallo sfidante Luigi Diego Perifano. Mastella era sostenuto da dieci liste, compreso il movimento ‘Sannio Libero’, proiezione sul territorio del movimento ‘Campania Libera’ fondato dal governatore campano Vincenzo De Luca. Lo sfidante era sostenuto da otto liste, compresa quella del Partito democratico. Il segretario dem Enrico Letta si era recato in città la scorsa settimana proprio per sostenere la corsa dello sfidante di Mastella.

LATINA, VINCE IL CENTROSINISTRA: COLETTA AL 53%

“È un risultato straordinario quello del sindaco uscente di Latina, Damiano Coletta! Ha ribaltato i pronostici del primo turno, confermando che il suo esperimento di governo nella città pontina gode di ottima salute. Io, da estimatore storico del suo lavoro, sono fra quelli che ci hanno sempre creduto. Complimenti davvero ad un’amministrazione che vedrà ulteriormente rigenerare la propria compagine di governo e promuovere nuove energie”. Così Massimiliano Smeriglio, eurodeputato S&D, commenta il risultato delle amministrative di Latina dove il candidato del centrosinistra ha vinto con il 53% dei consensi.

COSENZA, FRANZ CARUSO È IL NUOVO SINDACO

Franz Caruso è il nuovo sindaco di Cosenza. Sostenuto dal centrosinistra, al turno di ballottaggio di oggi ha ottenuto il 57,59% ( 14.413 voti) dei consensi rispetto al candidato del centrodestra Francesco Caruso che si è fermato al 42,41% (10.615 voti). Franz Caruso ha ribaltato la percentuale del primo turno dove era arrivato secondo con il 23,78% (8.342 voti) rispetto a Francesco Caruso che aveva chiuso con il 37,43% (13.132 voti). Erano tre le liste di centrosinistra a supporto di Franz Caruso: Pd, Psi e Franz Caruso sindaco. Francesco Caruso era invece sostenuto da otto liste: FdI, Forza Cosenza, Occhiuto per Caruso, Udc, Lega, Bella Cosenza, Coraggio Cosenza, La Cosenza che vuoi.

EMILIANO: IN PUGLIA HA VINTO COALIZIONE CHE GOVERNA REGIONE

“La coalizione della Puglia che vede insieme tutta la coalizione che governa la Regione, imperniata su Pd, Movimento 5 stelle, Con Emiliano, Popolari con Emiliano, Sinistra italiana e Articolo 1, vince tutti i ballottaggi. La vittoria di Cerignola con Francesco Bonito restituisce la città di Giuseppe Di Vittorio alla democrazia e alla legalità”. È il commento del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sull’esito dei ballottaggi. “Le conferme di Vito Parisi e Raimondo Innamorato a Ginosa e Noicattaro confermano la forza dell’alleanza con il M5S anche quando non siamo riusciti a costruire una coalizione al primo turno come invece accaduto a Massafra con Fabrizio Quarto e a Ruvo con Ninni Chieco. Una straordinaria conferma del voto dell’anno scorso alle Regionali. Sono veramente felice”, conclude Emiliano che rivolge gli “auguri dalla Puglia anche ai nuovi sindaci di Roma e di Torino, Roberto Gualtieri e Stefano Lo Russo”.

BONACCINI: IN EMILIA-R. IL CENTROSINISTRA STRAVINCE

Anche il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, commenta i risultati dei quattro ballottaggi in regione e, in un post su Facebook, pone l’accento sull’esito del voto a Cento, Finale Emilia e Cattolica, dove “stravincono i tre candidati del centrosinistra”, che hanno strappato i primi due Comuni al centrodestra e Cattolica al Movimento 5 stelle (il quarto ballottaggio, quello di Pavullo nel Frignano, ha invece visto prevalere il civico Davide Venturelli sul sindaco uscente di centrodestra Luciano Biolchini). Nel suo post, Bonaccini coglie quindi l’occasione per augurare buon lavoro ai tre neo sindaci di centrosinistra, vale a dire Edoardo Accorsi (Cento), Marco Poletti (Finale Emilia) e Franca Foronchi (Cattolica). “Non c’è due senza tre: Cattolica, Cento e Finale Emilia hanno tre nuovi sindaci, tutti e tre di centro-sinistra”, esulta a sua volta il segretario regionale del Pd e assessore della giunta Bonaccini Paolo Calvano. “Passione, competenza e amore per il territorio premiano sempre. Buon lavoro a Franca Foronchi, a Edoardo Accorsi e a Marco Poletti Sindaco”, conclude Calvano . (www.dire.it)

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy