titolo pulito

Covid: muore bimbo di 10 anni ricoverato al Bambino Gesù, aveva “patologie importanti”

ROMA –  È deceduto, nella notte tra giovedì e venerdì, un bimbo di 10 anni di Pomezia, ricoverato per Covid al Bambino Gesù di Roma.

Da quanto si apprende, aveva un’altra patologia di “base impegnativa, ma non era ricoverato per quel motivo”. Il ricovero è arrivato il 31 gennaio per aver contratto l’infezione da Covid.

La progressione del Covid l’ha portato in area critica e, purtroppo, avrebbe poi compromesso la situazione.
Il bimbo era un paziente fragile, ma il decesso è stato dovuto al Covid, “non per altro”. Da quanto si apprende, la famiglia era vaccinata, ma il bambino non aveva fatto in tempo: per la sua fascia di età, il via libera alle prime somministrazione è arrivato a metà dicembre. Ad esempio, all’Istituto Spallanzani di Roma, la campagna per la fascia 5-11 e le prime vaccinazioni sono partite il 16 dicembre scorso, uno dei primi in Italia.

“Profondo cordoglio per la morte di un bambino di 10 anni ricoverato per Covid in area critica all’ospedale pediatrico Bambino Gesù. Il piccolo paziente di Pomezia, ricoverato dal 31 gennaio, presentava una comorbidità importante, compromessa purtroppo in modo decisivo dall’infezione da SARS-CoV-2. Vicinanza alla famiglia dai sanitari e dalle istituzioni e un caloroso appello a proseguire nella vaccinazione anti-Covid dei bambini e dei ragazzi per proteggere tutti, anche i più fragili, dai rischi della malattia” comunicano, in una nota congiunta, l’Unità di Crisi Covid della Regione Lazio e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù.

“Sono profondamente addolorato per la scomparsa del piccolo bambino di Pomezia, ricoverato per Covid dal 31 gennaio al Bambino Gesù a Roma, un momento di profonda tristezza per tutta la nostra comunità. Desidero esprimere, a nome mio e di tutta l’amministrazione regionale, le più sentite condoglianze alla famiglia, che sta vivendo un momento di grande dolore” ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy