titolo pulito

Curiosità, motori: tutto sui portabagagli per auto

I portabagagli sono accessori indispensabili a qualsiasi auto in quanto consentono di lasciare più spazio al conducente e ai passeggeri all’interno dell’abitacolo. Forma, dimensioni e modelli sono caratteristiche dei portapacchi che si sono evolute progressivamente per consentire a ogni veicolo di ottimizzare tutto lo spazio disponibile.

 

La localizzazione del portabagagli è posteriore per non condizionare la trazione del motore posto anteriormente, proprio per questo motivo, e per bilanciare adeguatamente il veicolo, ogni modello di auto è dotato di una struttura differente. La principale funzione del portabagagli è, come indica il termine, quella di contenere i bagagli, per evitare di creare ingombro tra i sedili.

 

A seconda delle varie cubature volumetriche è possibile avere a disposizione box capaci di contenere notevoli quantitativi di bagagli, anche su veicoli non particolarmente grandi.

 

Quali tipi di portabagagli esistono?

La principale sfida delle case automobilistiche è quella di progettare vetture con portabagagli capienti e nello stesso tempo poco ingombranti, per ottimizzare le dimensioni del veicolo. Oltre che con il tradizionale dispositivo inserito posteriormente all’interno dell’abitacolo è possibile trasportare i bagagli anche servendosi di barre portapacchi da montare sul tetto della vettura.

 

Si tratta di utilissimi accessori che permettono di sfruttare la superficie superiore della cappotta e che possono venire installati trasversalmente oppure longitudinalmente. Grazie alla loro versatilità si utilizzano per trasferire valigie, biciclette, mobili, sci e molto altro ancora, a patto di ancorare adeguatamente gli oggetti con appositi sistemi di sicurezza.

 

Un’altra soluzione è quella del box portabagagli da tetto, che si applica sulle barre e che consiste in un vero e proprio contenitore chiuso del tutto simile al bagagliaio tradizionale. Questo baule rigido è completamente sigillato e impermeabile e consente pertanto di trasportare anche oggetti di valore senza correre nessun rischio.

 

Perché devo cambiare i miei portapacchi?

I portapacchi sono barre esterne che si trovano costantemente a diretto contatto con agenti atmosferici (pioggia, neve, nebbia e vento) e ambientali (agenti inquinanti e radiazioni solari). Così come le molle a gas che si occupano di aprire e chiudere il portabagagli.

 

 

Illustrazione della rastrelliera tratta da autoparti.it

 

È chiaro che sono quindi soggetti a notevoli fenomeni di usura che possono limitare le loro prestazioni nel corso del tempo.

 

Proprio per questo motivo è necessario effettuare un’attenta manutenzione con sostituzione periodica dei supporti rovinati e non più funzionali. Ogni modello auto prevede specifici accessori che devono essere originali per evitare rischiose conseguenze.

 

Qual é l’uso corretto del portabagagli?

Un corretto impiego del portabagagli è impostato su alcune regole di base:

 

  • non riempire troppo il vano;

 

  • disporre i bagagli pesanti sotto a quelli più leggeri;

 

  • evitare spazi vuoti;

>

  • curare una disposizione equilibrata dei pesi;

 

  • bilanciare correttamente i bagagli sulle barre superiori;

 

  • distribuire adeguatamente i pacchi all’interno del box sul tetto.

 

È consigliabile rivestire il portabagagli posteriore dell’auto con panni o stracci in grado di proteggere le sue pareti, soprattutto se gli oggetti trasportati sono appuntiti. Sulle barre della cappotta bisogna sempre posizionare una copertura impermeabile.

 

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy