titolo pulito

Aumentano le operazioni di polizia “ad alto impatto”, Pietrucci: “bene aumento sorveglianza nelle città”

Roma – Sono 1860 le persone identificate, 25 denunciate, 508 veicoli e 69 esercizi pubblici controllati. È questo il bilancio complessivo delle operazioni ad “alto impatto” – decise durante il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica (Cposp) dell’11 febbraio scorso, a cui aveva presenziato il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi – e realizzate nei giorni scorsi a Torino, a cadenza ravvicinata, nelle zone di Barriera di Milano e Aurora.

Venticinque in totale i controlli straordinari effettuati nel capoluogo piemontese, con l’impiego di 450 operatori delle Forze di polizia e della Polizia locale, con i quali è stata data attuazione alle direttive formulate dal titolare del Viminale con lo scopo di potenziare ulteriormente le azioni di contrasto a criminalità, degrado e marginalità nelle aree urbane più a rischio.

L’obiettivo delle operazioni – che si aggiungono ai servizi quotidiani di vigilanza sul territorio, e che saranno ripetute a breve in particolare in quelle aree dove si rilevano fenomeni di illegalità e spaccio di stupefacenti – è anche quello di aumentare la presenza delle Forze dell’ordine, sia per prevenire i fenomeni criminali che per rafforzare la percezione di sicurezza da parte dei cittadini.

“L’aumento delle operazioni di sorveglianza e specialmente quelle ad alto impatto – afferma l’imprenditore Gianluca Pietrucci – costituiscono un deterrente per la criminalità ed una garanzia per i cittadini e le attività  produttive. Queste azioni vanno pertanto intensificate e devono diventare routine e non l’eccezione”.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy