titolo pulito

Disturbi della nutrizione, stanziati ulteriori 10 milioni di euro sul fondo dei DNA

Roma – “In attesa della piena operatività del nuovo Nomenclatore tariffario e dell’ulteriore aggiornamento dei Lea (Livelli essenziali di assistenza), atteso per il primo semestre 2024, al fine di garantire ai pazienti con disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione un’appropriata presa in carico da parte delle strutture regionali ho deciso, con un emendamento che sarà proposto in conversione al decreto Milleproroghe, di mettere a disposizione del Fondo straordinario dedicato, pur in assenza della completa rendicontazione da parte delle Regioni, un fondo pari a 10 milioni di euro per il 2024”. Lo ha annunciato il Ministro Schillaci durante il Question Time alla Camera del 17 gennaio 2024.

Questi nuovi fondi andranno ad aggiungersi ai 25 milioni di euro già stanziati per gli anni 2022-2023.

Il Ministro ha aggiunto che “con l’entrata in vigore del nuovo nomenclatore tariffario e dell’ulteriore aggiornamento dei LEA, sarà garantita la piena copertura finanziaria in modo strutturale per l’erogazione delle prestazioni a beneficio di tutti i pazienti affetti da disturbi della nutrizione e dell’alimentazione, rendendo di fatto non più necessario qualsivoglia fondo straordinario a carattere temporaneo, finora sperimentato.”

Nell’ambito della proposta di aggiornamento LEA, saranno introdotte 16 ulteriori prestazioni di assistenza ambulatoriale, da concedere in esenzione, per il monitoraggio e la prevenzione di complicanze ed aggravamenti della bulimia e anoressia, che sommate alle precedenti diventeranno 32.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy