titolo pulito

Ferrovie: avviati i lavori per il potenziamento del nodo ferroviario di Bergamo

BERGAMO –  Sono stati avviati  ieri mattina, alla presenza del vicepresidente del Consiglio e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, i lavori per il potenziamento del nodo ferroviario di Bergamo con una cerimonia alla quale hanno partecipato l’Amministratore delegato e Direttore Generale di Rfi, Gianpiero Strisciuglio, l’Amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri, e numerose autorità civili e religiose locali.

I lavori, per un importo di 460 milioni di euro e finanziati in parte con fondi PNRR, e della durata di circa 3 anni, prevedono la realizzazione del raddoppio della linea Ponte S. Pietro-Bergamo, della nuova stazione ferroviaria di Bergamo e del nuovo collegamento ferroviario con l’aeroporto di Orio al Serio.

Questi interventi portano diversi benefici: grazie al raddoppio della linea per Ponte S. Pietro sarà possibile aumentare la frequenza fino a 5 treni per ora, dai 2 attuali e migliorare la sicurezza con la soppressione di 4 passaggi a livello; i lavori per la nuova stazione permetteranno un ricongiungimento delle due aree oggi separate dalla linea ferroviaria, oltre a mettere a disposizione nuovi spazi di stazione e migliorare l’accessibilità e la capacità del nodo ferroviario di Bergamo; il nuovo collegamento ferroviario con l’aeroporto di Orio al Serio con linea a doppio binario favorirà l’incremento dell’intermodalità e una espansione del bacino di utenza dell’aeroporto, che sarà raggiungibile più facilmente da Milano, con collegamenti ogni 30 minuti, e da Lecco, con collegamenti ogni 60 minuti.

Gli interventi saranno realizzati per fasi con un primo rilascio entro il 2026, in coerenza con gli obiettivi del PNRR, e completati entro il 2027.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy