titolo pulito

Addio alla senatrice Maria Fida Moro

ROMA – “È morta la ex senatrice Maria Fida Moro che commemoreremo in un’altra seduta, ma alla quale vogliamo rivolgere adesso un pensiero deferente e qualche attimo di silenzio”. Lo dice il presidente del Senato Ignazio La Russa in aula. La figlia di Aldo Moro, che aveva 77 anni, è morta oggi (ieri ndr) dopo una lunga malattia. Non ha mai smesso, per tutta la vita, di cercare la verità sulla morte di suo padre, Aldo Moro, ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978. Esprimo cordoglio per la scomparsa di Maria Fida Moro, già membro del Senato della Repubblica. Il mio pensiero deferente va alla sua vicenda umana e al suo impegno profuso nelle istituzioni”. Lo dichiara il Presidente della Camera dei deputati, Lorenzo Fontana.

FOTI (FDI): “CORDOGLIO PER SCOMPARSA”

“A nome del gruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, esprimo profondo cordoglio per la scomparsa di Maria Fida Moro. Ai suoi familiari vanno le nostre più sentite condoglianze”. Lo dichiara Tommaso Foti, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera.

CESA (UDC): “PROFONDAMENTE ADDOLORATO”

“Sono profondamente addolorato per la scomparsa di Maria Fida Moro. Negli ultimi anni ho avuto l’onore di conoscerla meglio e non ho potuto che apprezzarne le qualità umane, la sua generosità la sua affabilità. Con Maria Fida abbiamo girato in lungo e in largo l’Italia e agli incontri aveva sempre parole di forte incoraggiamento ai giovani, li sollecitava a credere in loro stessi ed a impegnarsi per la creazione di una società più giusta più umana”: così il segretario nazionale dell’Udc Lorenzo Cesa.
“A Luca, suo figlio, che spesso l’accompagnava agli incontri e che ha potuto toccare con mano l’affetto e la stima di quei giovani, esprimo un sentito e profondo cordoglio mio e di tutta la comunità dell’Udc”, conclude Cesa.

BORGHI (IV): “SUA BATTAGLIA PER LEZIONE PADRE ALDO”

“Ha battagliato per una vita, con tratti talvolta intransigenti, per tenere nel dibattito politico e culturale italiano la straordinaria lezione di suo padre, Aldo Moro. Ora, per chi crede, lo riabbraccia nell’infinità. E ci piace pensare che lo faccia nella luce, perché -come scrisse il padre- sarebbe bellissimo”. Lo scrive sui social il senatore Enrico Borghi, capogruppo di Italia Viva al Senato. (www.dire.it)

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy