titolo pulito

Sanremo 2024: le pagelle della quarta serata. Emozionano Santi Francesi e Angelina Mango

Sul palco dell'Ariston i duetti si prendono la scena. Tra le cover più belle quelle di Annalisa, Il Volo e Alfa

I duetti si prendono la scena all’Ariston. Nella quarta serata del Festival di Sanremo 2024, infatti,  i 30 artisti in gara hanno cantato in coppia con un altro artista (cantate o autore del testo scelto o musicista) e si sono esibiti in un brano o un medley tra quelli più belli del panorama nazionale e internazionale. Ma prima di dare i voti alle cover, spendiamo qualche parola per la “co-conduttrice” della serata, che ha visto anche il ritorno dei Jalisse e del grande maestro Vessicchio.

Lorella Cuccarini: fuori gara ma il medley con cui si presenta all’Ariston è un tuffo bellissimo nel passato. Gli anni per lei non sembrano trascorsi: elegante, professionale, stilosa e simpatica. Sul palco, che conosce bene, è pienamente a suo agio. Amadeus conferma di aver scelto i suoi “co-co” con intelligenza e furbizia. Non ha sbagliato un colpo almeno in questo caso. Voto 10

Le pagelle dei duetti:

1 – Sangiovanni – “Farfalle” – “Mariposas” con Aitana: sarà da ballare in discoteca o nelle feste. Voto 7
2 – Annalisa – “Sweet Dreams (Are made of this)” con La Rappresentante di lista e il coro Artemia: arrangiamento bellissimo e due voci incredibili. Voto 9
3 – Rose Villain – Medley Gianna Nannini con Gianna Nannini: il duetto non sembra funzionare al meglio, ma i brani della Gianna nazionale restano unici. Voto 6,5
4 – Gazzelle – “Notte prima degli esami” con Fulminacci: per i due cantanti nati a Roma questa canzone sembra un vestito perfetto. Voto 8
5 – The Kolors – Medley Umberto Tozzi con Umberto Tozzi: sono capaci di infiammare l’Ariston, semplicemente esplosivi. Voto 8,5
6 – Alfa – “Sogna, ragazzo, sogna” con Roberto Vecchioni: il professore e Alfa regalano una grande emozione. Voto 9
7 – Bnkr44 –  “Ma quale idea” con Pino D’Angiò: si fa un salto nel passato, nella disco dance anni ’80. Voto 6,5
8 – Irama – “Quando finisce un amore” con Riccardo Cocciante: l’incrocio di due voci per alcuni aspetti molto simili e in grado di interpretare il brano con la stessa “drammaticità” dà vita a un duetto interessante. Voto 7
9 – Fiorella Mannoia – “Che sia benedetta” e ”Occidentali’s Karma” con Francesco Gabbani: più che un duetto è un tributo a due brani e a due artisti “rivali”, si fa per dire, nel Sanremo 2017. Divertenti e iconici. Voto 7,5
10 – Santi Francesi – “Hallelujah” con Skin: catalizzano l’attenzione appena cominciano a cantare. Meravigliosi. Voto 9,5
11 – Ricchi e Poveri – “Sarà perché ti amo” e “Mamma Maria” con Paola & Chiara: fanno cantare e ballare tutti dall’Ariston a quelli che guardano il Festival dal divano. Voto 8
12 – Ghali – Medley “Italiano vero” con Ratchopper: le sue performance sul palco di Sanremo 2024 non sono mai banali o scontate. Coraggioso. Voto 7,5
13 – Clara – “Il cerchio della vita” con Ivana Spagna e il Coro di voci bianche del Teatro Regio di Torino: una versione inedita e molto bella cantata da due artiste di generazioni diverse, ma dalla voce ugualmente potente. Voto 8
14 – Loredana Bertè – “Ragazzo mio” con Venerus: canta con la solita grinta, inconfondibile anche fra mille voci. Voto 7,5
15 – Geolier – Medley “Strade” con Guè, Luche’ e Gigi D’Alessio: la quota rap e partenopea si prende la scena. Qualcosa di diverso da tutto il resto. Voto 7
16 – Angelina Mango – “La rondine” con Il quartetto d’archi dell’Orchestra di Roma: un compito difficilissimo cantare un brano del padre. Eppure è riuscita nell’impresa di personalizzarlo ed emozionare ogni cuore. Voto 9,5
17 – Alessandra Amoroso – Medley con Boomdabash: festa salentina al Festival con questo medley tutto da ballare Voto 7
18 – Dargen D’Amico – Omaggio a Ennio Morricone con BabelNova Orchestra: riesce l’omaggio musicale, perchè è l’unica cosa che attira veramente l’attenzione. Voto 6,5
19 – Mahmood – “Come è profondo il mare” con  Tenores di Bitti: l’inconfondibile interpretazione di Mahmood e dei Tenores di Bitti a ricordare il grande Lucio Dalla. Voto 7,5
20 – Mr.Rain – “Mary” con Gemelli Diversi: questa canzone ci riporta indietro di diversi anni, esecuzione convincente. Voto 7,5
21 – Negramaro – “La canzone del sole” con Malika Ayane: un classico di Battisti interpretato da due delle voci più belle del nostro panorama musicale. Duetto riuscito. Voto 8
22 – Emma – Medley Tiziano Ferro con Bresh: parte un po’ in sordina, ma con l’ingresso di Bresh si crea un duetto molto interessante. Da ripetere con un inedito. Voto 7,5
23 – Il volo – “Who wants to live forever” con Stef Burns: il talento e le voci de “Il volo” sono innegabili, la chitarra di Burns e una canzone iconica completano un quadro quasi perfetto. Voto 9
24 – Diodato – “Amore che vieni, amore che vai” con Jack Savoretti: bellissimo l’omaggio a De André, la voce di Diodato è una garanzia. Voto 8
25 – La Sad – “Lamette” con Donatella Rettore: una scossa punk al Festival, che però non ci fa sussultare più di tanto. Ci aspettavamo qualcosa di più. Voto 6,5
26 – Il Tre – Medley Fabrizio Moro con Fabrizio Moro: le canzoni di Moro sono una garanzia di successo, il duetto funziona e incanta. Voto 7,5
27 – BigMama – “Lady Marmalade” con Gaia, La Niña e Sissi: l’esibizione tutta al femminile è accattivante e sensuale. Voto 7
28 – Maninni – “Non mi avete fatto niente” con Ermal Meta: il brano non riesce a sorprendere molto, visto che è nato proprio come duetto. Colpisce di più la sonorità rivisitata. Voto 7
29 – Fred De Palma – Medley Eiffel 65 con Eiffel 65: luci e suoni accendono l’Ariston. Duetto riuscitissimo soprattutto per la bravura degli artisti sul palco. Voto 8
30 – Renga Nek  – Medley Renga Nek: loro sono già un duetto sanremese, la loro complicità è ben affinata e coinvolgente. Voto 7,5

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy