titolo pulito

Conclusi a Roma in grande stile i lavori della quarta annualità di Alliance Group

Roma – Si è svolto ieri a Roma nella splendida cornice del Radisson BLUHotel, il quarto evento annuale promosso da Alliance Group. L’ evento ha visto la partecipazione di numerosi esperti del settore   assicurativo finanziario e del comparto sanità welfare assistenza alla persona.

Molteplici sono stati gli interventi dal Presidente del gruppo dr. Roberto Grattacaso, e seguito da Andrea Romano Direttore Commerciale Alliance Group sul tema: Il Diario di Bordo di Alliance Group, con le novità commerciali;  Mario Guarnone, ha presentato l’evoluzione del mercato assicurativo: rischi e opportunità per gli istituti assicurativi;  Mauro Deledda ha presentato l’argomento dall’assicurazione all’assistenza: un modello di business o un passaggio culturale?  Massimiliano Mascoli ha presentato l’evoluzione del modello di business di SARA assicurazioni e come l’intelligenza artificiale può aiutare lo sviluppo economico. Marco Contini consulente, in strategie ha presentato il Blockchain: cos’è e come può essere utile al mercato assicurativo e finanziario.  

Particolare rilievo ha assunto la tavola rotonda conclusiva dell’evento. Magistralmente condotto e coordinato dal giornalista Fabio Amendolara noto giornalista che collabora con testate di rilievo e con Maurizio Belpietro. Nella tavola rotonda dedicata all’assistenza sanitaria, hanno partecipato il Dr.  Leonardo Corsi direttore generale di AlliaceGroup, Giovanni Barbaro responsabile delle  convenzionamento di Alliace Eurete, Samuele Cantelli direttore generale di Alliance Eurete e 

Il Prof. Filippo Fordellone presidente Pimos e promotore di uno dei più diffusi modelli di medicina odontoiatria sociale.  Varie sono state le domande che il giornalista ha rivolto ai convenuti, particolare riguardo e particolare attenzione, sono state dedicate al welfare aziendale, inteso come moneta per il dipendente e come opportunità per l’azienda. Ma si è parlato anche delle criticità del Servizio Sanitario Nazionale, quali strumenti si possono mettere a disposizione facendo sinergia. 

Molta importanza è stata data al concetto di medicina sociale, che cos’è la medicina sociale:   è quello strumento che viaggia di pari passo con il Servizio Sanitario Nazionale vuole inglobare nella attività le difficoltà dei cittadini che sempre più numerosi rinunciano alle cure o si curano random.

Altro concetto che è stato approfondito, è stato quello della prevenzione, è vero che il nostro Servizio Sanitario Nazionale se pur in difficoltà è un servizio sanitario deccellenza. Molto viene dedicato alla prevenzione, ancora tanto c’è da fare,soprattutto c’è da sviluppare un concetto basilare che è quello della cultura della prevenzione. Finché non riusciremo a promuovere a  360° gradi il concetto di cultura della prevenzione probabilmente non riusciremo ad adottare una politica corretta e sinergica e anche perché per dirla tutta in termini assicurativi la cultura della prevenzione significa riduzione del rischio e riduzione del rischio significa sicuramente meno probabilità di ammalarsi.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy