titolo pulito

Al via a Roma il XX congresso “Ospedale senza dolore”

Roma – Si apre oggi a Roma il XX CONGRESSO NAZIONALE AREA CULTURALE DOLORE E CURE PALLIATIVE (ACD) della Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione Terapia Intensiva-SIAARTI (9 dicembre – 11 dicembre, Centro Congressi Roma Eventi – Fontana di Trevi, Roma), occasione specifica per approfondire il livello di applicazione della Legge 38 e gli stati di avanzamento della gestione del dolore sia in ambito organizzativo che terapeutico.
“Siaarti è la società di riferimento per la medicina del dolore in Italia”, sottolinea Franco Marinangeli, coordinatore dell’area dolore della Società per il triennio 2018-2021, “Siamo la realtà scientifica che più ha interesse a supportare lo studio della terapia del dolore per i pazienti, in collaborazione con tanti altri specialisti. Da tempo abbiamo fatto nostra la missione di riuscire a portare a compimento i contenuti della Legge 38-2010, e questo evento è nuova e importante occasione per condividere con i colleghi di tutta Italia gli innumerevoli problemi da risolvere a dieci anni dalla pubblicazione di quella norma impegnativa e rivoluzionaria”.
Nell’evento SIAARTI si approfondiranno i tanti aspetti (dolore e disabilità, dolore e organizzazione delle cure, oppioidi, low back pain, ospedale senza dolore, farmaci innovativi, neuromodulazione, terapie “sartoriali”….) che sono al centro della medicina del dolore con i massimi esperti italiani di riferimento.
Il Congresso è anche occasione per la presentazione di OLTRE IL DOLORE, MANIFESTO SOCIALE CONTRO LA SOFFERENZA (10 dicembre, Hotel Nazionale, Roma), un documento promosso da SIAARTI per portare in primo piano i diritti e le criticità di circa un milione di italiani che vivono con dolore cronico.
Il Manifesto Sociale – che è stato supportato in maniera non condizionante da Grunenthal Italia – ha raccolto il supporto e le firme di molte altre società scientifiche (AIFI; AISD, AOGOI, Cittadinanzattiva, Fondazione Onda, Italia Longeva, Senior Italia-Federanziani, Federdolore, SID, SIGE, SIGO, SIGOT, SIMFER, SIMG, SIN, SIN-RENI, SIOT) che ne hanno condiviso gli scopi e i contenuti. “Abbiamo messo a punto un documento che lancia messaggi forti dal punto di vista politico, sociale e organizzativo”, commenta Arturo Cuomo, membro del Board SIAARTI che ha ideato il Manifesto, “L’adesione di tante altre società scientifiche su questa nostra proposta è un segno dell’urgenza condivisa di guardare al Dolore cronico con rinnovata attenzione e indica la possibilità di diffonderne i contenuti in un modo vasto e consapevole. Occorre ricordare che la Legge38 è rivolta ai cittadini, eppure paradossalmente proprio loro ne ignorano spesso l’esistenza: questa nostra iniziativa risponde proprio al bisogno di rinnovare l’attenzione sul tema e di non abbandonare i pazienti a sofferenze che potrebbero essere assistite ed eliminate”.
Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy