titolo pulito

Doppietta azzurra ai Mondiali di nuoto nella 10 km: l’impresa record di Paltrinieri-Acerenza

Medaglia d'oro per Gregorio Paltrinieri, d'argento per Domenico Acerenza

ROMA – Clamorosa doppietta azzurra nella 10 chilometri ai Mondiali di nuoto di Budapest, in Ungheria: oro a Gregorio Paltrinieri, argento a Domenico Acerenza.

Per la prima volta nella storia del nuoto italiano ci sono due azzurri, Gregorio Paltrinieri a Domenico Acerenza, davanti a tutti nella nella 10 chilometri ai Mondiali. Greg ha chiuso la gara in 1:50’56”.8. Dietro Acerenza il tedesco Florian Wellbrock, medaglia di bronzo al photofinish sul francese Marc-Antoine Olivier.

LEGGI ANCHE: Paltrinieri-Acerenza d’oro, il vero Mondiale dell’Italia è in mare

PALTRINIERI: CHE SOGNO, ACERENZA MI TOCCAVA I PIEDI E MI SENTIVO A CASA

“E’ un sogno arrivare primo e secondo. Sentivo che Mimmo Acerenza era lì. L’ho capito da come mi tocca i piedi, mi sentivo a casa. E Godevo proprio tanto”. Gregorio Paltrinieri commenta così la sua ennesima impresa ai Mondiali di nuoto di Budapest: l’oro nella 10 km davanti all’altro azzurro in gara.

“La mia strategia – spiega Greg ai microfoni di Rai Sport – era di lasciar fare a Wellbrock per più di metà gara, per poi giocarmi tutto nell’ultimo 1500. Ho lasciato che mi trasportasse, e poi ho bevuto tantissimo ai rifornimenti e ho tirato il 1500 come se fosse in piscina. Bellissimo il podio tutto italiano. Siamo migliori amici ed è stupendo essere qui insieme, ci siamo allenati assieme per 10 anni. Io contavo molto su queste gare per dimostrare che potevo ancora fare qualcosa. Ti vengono molti dubbi mentre ti prepari, ma poi vedere i risultati è bellissimo. Ho reagito dopo il quarto posto negli 800 metri. Pensavo di tornare a casa con zero medaglie. Avevo nuotato così male e teso che forse mi serviva solo per rompere il ghiaccio anche con una gara fatta male. Ora riposo e poi gli Europei in casa, ci divertiremo”.

Foto di Giorgio Perottino / DBM

ACERENZA: AL SETTIMO CIELO, IO E GREG ABBIAMO FATTO LA STORIA

“Sono al settimo cielo, ho lavorato per questo, l’ho sognato. Se sto sognando svegliatemi”. Ma nessuno sveglia Domenico Acerenza, argento nei 10 km ai Mondiali di nuoto, appena dietro al suo amico e compagno di nazionale Paltrinieri. E lui racconta l’impresa azzurra ai microfoni di Rai Sport: “In gara ero super tranquillo, ho nuotato sciolto, dopo abbiamo aumentato il ritmo. Sentivo che avevo energia. Sono stato lucido per tutta la gara, ho avuto più energia nello sprint finale. Ero nella giusta posizione. Greg ha spinto davvero tanto. Abbiamo fatto la storia”.

PALTRINIERI MONDIALE, PRIMO ITALIANO ORO SIA IN VASCA CHE IN ACQUE LIBERE

Con l’oro nella 10 km salgono a quattro le medaglie di Gregorio Paltrinieri ai Mondiali di nuoto di Budapest. Dopo l’oro nei 1500 stile libero in vasca e le altre due nelle acque libere del Lupa Lake: il bronzo in staffetta mista 4×1.5 km (con Ginevra Taddeucci, Giulia Gabbrielleschi e sempre Domenico Acerenza), e poi l’argento nella 5 km. Per Greg si tratta della vittoria più importante da quando ha scelto di competere anche nel fondo.
Paltrinieri è diventato il primo nuotatore italiano della storia a vincere una medaglia d’oro individuale ai Mondiali nel fondo sia in vasca che in acque libere. (www.dire.it)

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy