titolo pulito

Conte a Draghi: “il reddito di cittadinanza non si tocca”

ROMA – “Ho consegnato un documento a nome di tutta la comunità del M5s. Come sapete abbiamo accusato un forte disagio politico. Noi siamo disponibili a condividere una responsabilità di governo, ma occorre un forte segno di discontinuità”. Lo ha detto il leader M5s, Giuseppe Conte al termine dell’incontro a Chigi con il premier Mario Draghi.

LEGGI ANCHE: Alta tensione nel Governo, Draghi: “Mai chiesto a Grillo di rimuovere Conte, ci chiariremo”

“IL REDDITO DI CITTADINANZA NON SI DISCUTE”

Non permettiamo più che il reddito di cittadinanza venga messo quotidianamente in discussione. Dobbiamo risolvere con urgenza il blocco della cessione dei crediti per quel che riguarda il superbonus. A fronte degli aumenti dei prezzi del gas, dobbiamo intervenire a favore di famiglie e imprese, dobbiamo farlo con un intervento straordinario. Duecento euro una tantum non servono, dobbiamo intervenire per tagliare il cuneo fiscale per i lavoratori, dobbiamo approvare il salario minimo. Non vogliamo condoni, ma un piano di rateizzazione straordinaria per i contribuenti”, ha detto ancora Conte dopo l’incontro con Draghi.

“DRAGHI DIA RISPOSTE IN TEMPI RAGIONEVOLI”

“Dal premier abbiamo bisogno di risposte in tempi ragionevoli. È giusto che si prenda un po’ di tempo per valutare e sarebbe poco serio il contrario”, ha concluso Conte. (www.dire.it)

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy