titolo pulito

Ultime ore di caldo, arriva il maltempo: pioggia e temporali

ROMA – Dopo una prima parte della settimana con l’anticiclone africano, che ha portato punte di oltre 34-35 gradi centigradi, sono in arrivo giornate caratterizzate da rovesci e temporali, “fino all’epilogo con aria fredda in discesa dal Nord Europa nel weekend“, lo dice Edoardo Ferrara meteorologo di 3bmeteo.com.

Fino a martedì compreso stabilità atmosferica da Nord a Sud con temperature in costante aumento, su valori ben superiori alla media del periodo. In particolare al Sud, Sicilia e Sardegna entro mercoledì si potranno registrare punte di 35-37°C se non picchi localmente superiori. Punte di oltre 30°C si potranno comunque registrare anche al Nord, fino a 33-34°C al Centro. Il sole ormai più basso sull’orizzonte e la minor durata delle ore di luce favorirà ad ogni modo un calo termico abbastanza repentino durante le ore serali, con nottate comunque fresche in particolare sui settori interni”.

Ma nella seconda parte della settimana tornano temporali anche violenti. “Già mercoledì l’anticiclone africano mostrerà i primi segnali di cedimento sul Nord Italia, dove giungeranno i primi rovesci e temporali sparsi in particolare su Alpi e Nordovest”, prosegue Ferrara di 3bmeteo.com, “nubi in progressivo aumento anche sul resto del Centronord ma fenomeni al più isolati. Tra giovedì e venerdì atmosfera decisamente più instabile al Centronord con rovesci e temporali sparsi, che a tratti potranno risultare violenti, accompagnati da grandine e/o colpi di vento o a carattere di nubifragio. Tra le regioni più a rischio in tal senso Toscana, Umbria, Lazio e in generale il Nordest ma, come sovente accade in queste circostanze, le precipitazioni saranno estremamente irregolari sul territorio con alcune aree che potranno rimanere all’asciutto e altre essere interessate da forti piogge nell’arco di pochi kilometri. Sud invece ancora ai margini ad eccezione di Campania, Molise, alta Puglia e Sardegna, dove potrà giungere qualche temporale anche qui di forte intensità”. (www.dire.it)

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy