titolo pulito

Italia, l’importanza del Centro Nazionale per la Crittografia

Era il 2017, l’allora Consiglio dei Ministri, nel varare il “Piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica”, aveva parlato di un “Centro Nazionale di Crittografia”, la cui costituzione era necessaria e fondamentale.

Sono passato sei anni, ma di questa istituzione ancora non c’è traccia. Eppure, è qui che si dovrebbero progettare cifrari e realizzare gli algoritmi di blockchain nazionali, è qui che si dovrebbero svolgere le valutazioni di sicurezza, per difendere il paese e i suoi portali informatici, oltre che le sue comunicazioni riservate, dall’intromissione di hacker e di malintenzionati. “La mancata costituzione del Centro Nazionale di Crittografia lascia scoperte tutte le applicazioni dove la crittografia non agisce in esclusiva come strumento di cybersicurezza – aveva spiegato Massimiliano Sala, dell’Università di Trento, intervenendo ai microfoni de IlSole24Ore – Un attore istituzionale di riferimento è fondamentale. A maggior ragione dinanzi alla minaccia rappresentata dai computer quantistici in grado di rompere parte della crittografia moderna”.

Eppure, oggi questo sistema di schermo e di protezione è fondamentale in tantissime attività. Nel settore sanitario, ad esempio, dove questo strumento è utilizzato per proteggere i dati sensibili dei pazienti e per garantire il rispetto della privacy, oppure nei sistemi di pagamento, grazie agli standard crittografici che vengono utilizzati da carte di debito e servizi online. Il settore dei casinò online è leader nell’integrazione di tecnologie crittografiche avanzate. Qui il sistema più utilizzato è quello “a chiave pubblica” e il suo processo è semplice: si sfrutta l’incapacità di effettuare calcoli complessi in tempi brevi da parte dei computer classici, così che le informazioni possano essere scambiate in tutta sicurezza.

Altro sistema di questo tipo è il PGP, ovvero il Pretty Good Privacy, un programma di crittografia che fornisce cifratura e autenticazione dei dati, utilizzato soprattutto per crittografare email, file e comunicazioni riservate. Stesso procedimento della Crittografia End To End utilizzata da WhatsApp. Questa soluzione garantisce che, una volta avviata una chat di conversazione, solo il mittente e il destinatario possano leggere il contenuto. Dalle comunicazioni private a quelle diplomatiche, però, il passo è importante. Ed è per questo che serve una regia statale e istituzionale per la crittografia.

Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy