titolo pulito

Nuovo piano pandemico nazionale in arrivo

Annunciato un nuovo Piano pandemico dell’Italia che presto avrà l’approvazione del Ministero d lla Salute e poi andrà in Conferenza Stato-Regioni per il passaggio finale. Il Piano contiene le strategie da mettere in campo nel nostro Paese nel caso arrivi una nuova pandemia.
Il precedente – quello per il triennio 2021-2023 – era stato approvato a gennaio 2021.
“Il nuovo piano pandemico è alle battute finali. È quasi pronto per essere inviato al ministro e poi verrà inviato alla conferenza Stato-Regioni”, dichiara il direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, Francesco Vaia.
L’andamento dei contagi da SarsCov2 in Italia resta sotto controllo: “Dobbiamo stare attenti, ma non ci dobbiamo preoccupare. La scorsa settimana c’è stato un aumento del tasso di ospedalizzazione passato da 6,7% a 7,6% per il regime ordinario e dall’1,4% all’1,5% in terapia intensiva. Dati non allarmanti e in qualche modo attesi”.
Intanto, cresce la disponibilità di vaccini, anche se la campagna vaccinale non ha ancora lo sprint sperato, e nei prossimi giorni sono attesi 2,9 milioni di dosi del prodotto Novavax: “Il 30 novembre ci saranno consegnati 1,5 milioni di dosi e una seconda consegna, di 1,4 milioni di dosi, è prevista il 4 dicembre Oggi manderò una circolare alle Regioni per dire che c’è questa disponibilità”, dice ancora Vaia. “Il vaccino Novavax è importante perché è un vaccino su base proteica e può essere un’ulteriore opportunità per il cittadino”.
Intanto ricordiamo che la Conferenza Stato-Regioni nella seduta del 25 gennaio 2021 ha sancito l’accordo, ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sul Piano strategico-operativo nazionale di preparazione e risposta a una pandemia influenzale (PanFlu 2021-2023).
Il Piano aggiorna e sostituisce i precedenti Piani pandemici Influenzali ed è stato predisposto sulla base delle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). In ambito nazionale, trae il suo fondamento dal Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025 e dal Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale del gennaio 2017.
Il Piano pandemico influenzale 2021-2023 identifica, per diverse dimensioni operative, le azioni chiave da attuare nell’arco di tre anni e definisce i ruoli e le responsabilità del Servizio Sanitario Nazionale nella preparazione e risposta ad una pandemia influenzale.
Tele evento, ai sensi dell’art.7 del Decreto Legislativo n. 1 del 2 gennaio 2018 del Codice della Protezione Civile, si distinguerebbe come un evento emergenziale di protezione civile e, pertanto, determinerebbe una risposta dell’insieme degli organi e delle istituzioni del Governo Nazionale.
Certified
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy